Home > Mangiar sano > L'alto valore biologico del pane lievitato con pasta madre


L'alto valore biologico del pane lievitato con pasta madre

Gli effetti benefici sul nostro organismo

Il pane fatto con farine di qualità e lievitato con pasta madre è un alimento ad alto valore biologico. La pasta madre è materia viva, anche se noi non vediamo i microrganismi unicellulari che la compongono.

In essa sono presenti oltre ai lieviti, i batteri lattici responsabili dell’acidificazione del latte e della coagulazione del formaggio. Questi batteri sono in natura anche nel corpo umano e sono molto importanti per la nostra alimentazione, la loro presenza contrasta efficacemente germi patogeni come i colibatteri fecali, funghi come la candida, muffe. Il lattobacillo più noto presente nelle colture di fermenti per la produzione di pasta madre è il lattobacillus acidophilus.

Il pane lievitato con la pasta madre ha qualità insostituibili.

Una caratteristica è la maggiore conservazione. Questa è dovuta all’ambiente acido che contrasta con lo sviluppo delle muffe, inoltre contemporaneamente favorisce l’attività di enzimi, presenti nella farina, che rallentano il processo di aggregazione degli amidi, che rende il pane raffermo. I tempi lunghi di fermentazione consentono ai batteri lattici di degradare parte delle molecole della farina, cioè il glutine. Quest’azione conferisce una maggiore digeribilità del pane.

L’ambiente acido che si crea con la fermentazione attiva un enzima, la fitasi che degrada l’acido fitico presente nelle fibre del frumento delle farine integrali; quest’acido è responsabile della riduzione di assorbimento nell’intestino di sali minerali quali ferro e calcio. Il pane integrale e semintegrale lievitato con pasta madre ha caratteristiche nutrizionali tali che lo rendono salutare per il nostro intestino.

Importante inoltre è l’effetto sulla microflora intestinale dovuto alla formazione di sostanze prebiotiche.

La lievitazione con pasta madre, apporta sostanze che possono prevenire malattie degenerative. L’attività della pasta madre degrada parte di quelle fibre che non possono essere utilizzate dal nostro intestino, inoltre può diminuire la tossicità del glutine per le persone che ancora non hanno manifestato la celiachia, ma sono intolleranti al glutine.

Gli effetti del consumo di pane lievitato con pasta madre sono:

- Maggiore digeribilità

- Effetto benefico sulla microflora intestinale

- Apporto di sostanze che prevengono malattie degenerative

- Diminuzione della tossicità del glutine.

L’invito quindi è ad essere maggiormente consapevoli della qualità del pane che mangiamo.



GUARDA ANCHE


Il Parmigiano Reggiano per tutti: anche per chi e' intollerante al lattosio

ASSENZA DI ZUCCHERI Il Parmigiano Reggiano non contiene ne' lattosio ne' galattosio.  Nelle ore

Nutrizione consapevole

Mangiare è un atto scontato e istintivo che nella nostra cultura è stato arricchito di

I grani antichi, effetti salutistici sull'uomo

Il consumo costante di cereali integrali può ridurre del 30% il rischio di malattie coronariche

La Cinta Senese , una razza dal Medioevo

La razza di Cinta ha origini antiche, autoctona in Toscana, ne testimonia la presenza nel territorio